Nuova musica di Ian Whiteman

Preghiera del pover’uomo

Quando sorge l’alba.
E il cielo trema.
Le storie ora si dispiegano.
Quando la terra rivela i suoi segreti.
E la verità ora può essere detta.
Tu starai lì davanti a Lui
E le tue parole sembreranno così piccole;
Mio Signore perdonami, sono solo un pover’uomo
Che cerca di ascoltare la tua chiamata

Perché il tuo cuore è così confuso,
Quando quest’acqua è così pura.
Questo dubbio è illusione,
E questa bevanda è la guarigione.
Sono trent’anni che chiamo,
Non riesci proprio a sentirmi?
Mio Signore perdonami, sono solo un pover’uomo
Che cerca di ascoltare la tua chiamata

Quando mi trovavo qui
Con le mani vuote
Hai soddisfatto tutti i miei bisogni
Non ho osato chiederti di più
Nel caso in cui pensaste che si tratti di avidità
Cos’è il paradiso, cos’è la beatitudine?
Posso chiedere più di questo?
Mio Signore perdonami, sono solo un pover’uomo
Che cerca di ascoltare la tua chiamata.

ianwhiteman.blog